News

Isolamento termico Bonus 110%: quali lavori rientrano?

Ti stai chiedento quali lavori rientrano per l’isolamento termico nel bonus 110%? Ecco tutte le risposte.

Le agevolazioni fiscali per chi vuole realizzare lavori di isolamento termico all’interno della propria abitazione o in un appartamento non mancano, anzi.

Negli ultimi anni, grazie al decreto Sostegni, si può contare su un ventaglio di risorse che permettono di annullare del tutto i costi dei lavori.

Ovviamente gli sconti più importanti vengono applicati solo se vengono realizzati diversi lavori in combinazione con altri e se si raggiungono determinati parametri finali, dimostrando di aver apportato miglioramenti consistenti sulla classe energetica dell’abitazione.

Vediamo di cosa stiamo parlando e quali lavori rientrano nel Bonus 110% (Ecobonus).

Isolamento termico bonus 110%: risparmia con il cappotto

Tra i lavori che molti vogliono realizzare usufruendo delle agevolazioni fiscali, c’è di certo il cappotto termico.

Si tratta di un intervento che permette di isolare termicamente l’abitazione grazie all’applicazione di pannelli isolanti realizzati con materiali di alta qualità.

Questo sistema, infatti, ti consente di mantenere temperature interne alte durante la stagione invernale e fresche durante l’estate, impedendo che il calore si disperda nell’ambiente.

Capisci che questo costituisce anche un buon risparmio sulle bollette in generale.

Inoltre che se decidi di dotare la tua casa di un cappotto termico ne migliorerai non solo le prestazioni ma anche il suo valore immobiliare.

Tornando agli incentivi, considera che il prezzo di questa realizzazione scenderà moltissimo (è praticamente pari allo zero) se decidi di avvalerti del Bonus 110% e se scegli di cedere il credito all’impresa (o a un intermediario finanziario).

Per raggiungere il 110% occorre coibentare almeno il 25% delle superfici opache verticali e orizzontali dell’involucro lordo dell’abitazione (un calcolo che solo un professionista può farti con esattezza dopo un sopralluogo ).

L’importante da considerare è il fatto che questo intervento deve permetterti di migliorare l’APE, ovvero la certificazione energetica della casa, di almeno due classi energetiche.

Se hai un appartamento ed abiti all’interno di un condominio e vorresti effettuare il cappotto ricorda che l’intervento dovrà riguardare tutto il palazzo e quindi occorrerà ottenere il permesso per il via libera dei lavori anche dai vicini.

Isolamento termico per la casa: l’insufflaggio

Non solo cappotto.

Tra gli interventi di coibentazione di una casa si può considerare anche la tecnica dell’insufflaggio pareti che consiste nel riempire le parti vuote delle intercapedini con materiale altamente isolante rendendo così la casa fresca d’estate e calda in inverno (con importanti risparmi anche sulla bolletta).

Il concetto finale è quasi identico a quello del cappotto termico, con qualche piccola differenza sui costi e la realizzazione.

Considera che, rispetto al cappotto, è una tecnica più economica e anche più veloce da realizzare (nella maggior parte dei casi basta solo una giornata di lavoro ben pianificata).

Questa può essere un’opzione interessante anche per chi abita in appartamento visto che si può effettuare anche senza il consenso dei vicini.

Ti stai chiedendo se rientra all’interno delle agevolazioni fiscali? Sì, ma – per godere di tutta la detrazione fiscale possibile, ovvero del 110% – occorre verificare che questo lavoro sia davvero un intervento trainante.

Una definizione, questa, che è specificata all’interno del decreto e che va a stabilire – semplificando molto – quali interventi possono essere eseguiti da soli e godere sin da subito del bonus 110% e quali altri vanno “accompagnati” da altri interventi per godere della detrazione del 110%.

Può accadere, infatti, che non tutti gli immobili abbiano le caratteristiche necessarie per godere a pieno del Bonus 110%.

Pper questo, se vuoi capire immediatamente quale incentivo potrai utilizzare per realizzare questo intervento, puoi rivolgerti ad un esperto.

Isolamento termico Calvanelli: scegli il partner giusto

Anche noi, dopo un sopralluogo, siamo in grado di calcolarti subito la spesa e consigliarti sul lavoro più adatto alla tua abitazione.

Ti diremo se il lavoro rientra nelle agevolazioni fiscali e di quali bonus potrai usufruire.

Concordiamo con te sul fatto che il Bonus 110% è una tra le più importanti detrazioni di questo momento, ma esistono altre agevolazioni per l’isolamento termico che ti permettono di eseguire i lavori a prezzi molto vantaggiosi.

Sei interessato ad un lavoro di insufflaggio intercarpedini a Roma? Allora contattaci subito

Quanto dura il Cappotto termico?

Ti stai chiedendo quanto dura il cappotto termico? Ecco la risposta per i tuoi quesiti.

Se stai pensando di realizzare un cappotto termico per la tua casa e stai cercando informazioni utili per capire meglio cos’è il cappotto, quali sono i materiali utilizzati per l’isolamento e quanto dura un cappotto termico, questo articolo ti aiuterà a capire meglio in cosa consiste questa soluzione per la coibentazione.

Vediamo insieme, passo dopo passo, di cosa stiamo parlando e perché può essere una scelta importante per il tuo immobile.

Cappotto termico: cos’è e come si realizza

Il cappotto termico è una soluzione che ti permette di raggiungere l’isolamento termico della tua casa grazie all’installazione di diversi pannelli di materiale isolante.

Questa lavorazione può avvenire sia all’interno che all’esterno applicando appunto i materiali isolanti prescelti sulle superfici.

All’esterno l’applicazione avviene su pareti e tetto eliminando del tutto i ponti termici, ovvero quegli spazi in cui si possono verificare delle infiltrazioni d’aria; mentre all’interno, invece, non sempre si possono raggiungere questi spazi e l’installazione dei pannelli va a ridurre, per via dello spessore, la metratura della casa.

Un intervento molto importante – anche se non è l’unico per coibentare casa – che ti permette di avere un’abitazione calda d’inverno e fresca d’estate e di risparmiare energia grazie al mantenimento delle temperature interne dell’immobile.

Una delle conseguenze positive di questa installazione, oltre alla protezione ed un maggiore comfort all’interno delle mura domestiche, è anche il fatto che il capotto consente di risparmiare notevolmente sulle bollette e di aumentare il valore immobiliare dell’abitazione.

Cappotto termico: costi e durata

Il capotto termico ha costi abbastanza elevati, soprattutto se viene effettuato all’esterno, perché occorre raggiungere punti molto alti (servono ponteggi, per esempio) e la superficie da ricoprire è molta.

Se questo però è l’intervento che hai scelto di realizzare per la tua abitazioni ricordati che puoi usufruire di diverse agevolazioni fiscali e potresti rientrare anche tra i parametri del Bonus 110% che ti permetterebbe di abbassare notevolmente la spesa complessiva o di non pagare neppure le opere.

Tornando a parlare del prezzo, considera che questo varia anche in base al materiale scelto per i pannelli isolanti che possono essere naturali o sintetici.

In linea di base è sempre meglio scegliere dei materiali isolanti dotati di bassa conducibilità termica e abbastanza spessi (perché più il materiale è spesso maggiore è il suo potere isolante).

Materiali traspiranti, atossici, soprattutto in grado di resistere ad eventuali incendi e al fuoco oltre che a muffe e parassiti.

La nostra azienda, da oltre 40 anni, utilizza solo materiali ecosostenibili e naturali che non solo hanno vantaggi anche a livello acustico, ma hanno anche una durata più lunga.

Pensa che un cappotto termico, se eseguito a regola d’arte e con prodotti di qualità, può durare moltissimo: anche 40 o 50 anni.

Per raggiungere questo traguardo, però, i pannelli vanno installati per bene e i materiali devono essere scelti con accuratezza altrimenti si corre il rischio di creare danni alla struttura.

Come richiedere un isolamento con cappotto termico

Un investimento che vale la pena valutare, dunque, soprattutto tenendo in considerazione che devi sempre avere cura di scegliere per bene l’azienda che dovrà eseguire materialmente i lavori per evitare errori banali ma che possono compromettere tutta l’opera.

Noi siamo nel campo da oltre 40 anni e realizziamo queste opere in tutta Italia, effettuando un sopralluogo e consigliandoti la migliore soluzione (compresi i prodotti isolanti che dovresti scegliere) in base ai tuoi standard.

Ecco perché non devi guardare solo il preventivo finale: scegli solo aziende specializzate e note nel settore.

Stai pensando ad un lavoro di coibentazione a Roma per la tua casa?

Contattaci per avere più informazioni, scrivi una mail a n.isolamentotermico@gmail.com oppure a nenocalva80@gmail.com.

Preferisci telefonare? Ecco il numero: 335 5338002

Cappotto termico: tra definizioni e vantaggi

Di certo il cappotto termico l’avrai sentito nominare spesso, soprattutto ora che questo lavoro – legato al mondo dell’edilizia e dell’isolamento termico – può essere detratto all’interno dell’Ecobonus 110%.

Sai però di cosa stiamo parlando e a cosa serve nel dettaglio? Come può essere utile alla tua casa o al tuo condominio e quali sono i suoi vantaggi?

Considera che il cappotto termico è una soluzione diffusa ed utilizzata spesso come sistema di isolamento – in diversi materiali – sia per le abitazioni che per i condomini che permette, a lungo andare, di rendere più confortevole la casa, ma anche di risparmiare moltissimo sulla bolletta energetica.

Come? Andiamolo a vedere insieme.

Cappotto termico, cos’è e perché dovresti desiderarlo per la tua casa

Il cappotto termico nasce con l’intento di isolare l’ambiente interno della casa dall’ambiente esterno.

Un processo che avviene tramite l’applicazione di uno strato di materiale isolante che verrà scelto dalla nostra azienda in base agli obiettivi del cliente e che permette di proteggere il muro grazie all’applicazione di uno strato di protezione.

L’isolamento avviene non solo a livello termico ma anche a livello acustico, permettendo così di ottenere uno spazio senza rumori e di trattenere la temperatura della casa.

Avrai una casa in cui vivere sempre al fresco d’estate e al caldo d’inverno, senza sprechi, neppure per quanto riguarda le bollette.

Non solo: si eviterà, aggiungendo un materiale acustico resistente, che la casa faccia entrare troppi rumori molesti.

Insomma: i vantaggi sono sotto gli occhi di tutti.

Non solo il cappotto migliora il comfort dell’abitazione ma ne modifica anche l’efficenza energetica.

Pensa, infatti, che un intervento di questo tipo può permettere alla tua casa di essere classificata in una fascia energetica più elevata, come la Classe A, per esempio, con un fabbisogno energetico molto basso.

Questo significa minori consumi e minori costi sulla bolletta.

Non solo. Si possono scegliere, poi, anche i materiali con cui realizzare il tuo cappotto, ma puoi anche decidere se realizzare un capotto interno oppure esterno.

Ti stai chiedendo qual è la differenza? Semplice.

L’isolamento con cappotto esterno avviene all’esterno dell’abitazione mentre quello interno, come suggerisce il nome, viene realizzato all’interno del muro.

Una soluzione oppure l’altra è preferita in base a determinate condizioni che riguardano la casa.

In particolar modo, il cappotto interno è l’unica scelta per chi abita in luoghi in cui non si possono effettuare lavori d’intervento esterni.

Vivi in un condominio: ecco i benefici del cappotto termico

L’abbiamo visto fino a qui. Grazie al cappotto termico si può isolare termicamente la casa evitando inutili dispersioni di calore in inverno e mantenendola fresca d’estate.

Si tratta di un intervento che può essere svolto sia in abitazioni private che in condomini con più appartamenti.

Ovviamente, nel secondo caso, la decisione della realizzazione di quest’opera dovrà essere presa insieme agli altri condomini e valutata in base agli appartamenti procedendo dunque con uno studio di fattibilità e rivedendo le aree comuni, che potrebbero essere ridotte a causa dei lavori.

Una certa attenzione dovrà essere prestata anche al decoro architettonico complessivo dell’area condominiale, ovvero all’estetica degli appartamenti.

Ci sono dunque delle regole più precise e degli iter prestabiliti da intraprendere prima di effettuare i lavori all’interno (o all’esterno) di un palazzo condominiale; ma una volta presa una decisione comune sull’intervento da effettuare i vantaggi saranno moltissimi per tutti gli inquilini.

Si evitano, infatti, diversi disagi: non solo miglioramenti sulla struttura e risparmio energetico, ma anche protezione dalla formazione di muffa e maggiore isolamento, sia a livello termico che acustico.

Ecco perché se non abiti in una casa privata ma in un condominio puoi pensare alla realizzazione di un cappotto termico: dovrai sensibilizzare i tuoi vicini ai tanti vantaggi, ai costi che verranno ridotti sulla bolletta e mostrargli gli incentivi che sono in vigore in questo periodo per realizzare le opere a prezzi davvero contenuti!

Se vuoi effettuare lavori di isolamento termico a Roma contattaci al 335 5338002

Come risparmiare attraverso l’isolamento termico

Ti stai chiedendo come risparmiare attraverso l’isolamento termico? Sei atterrato nel posto giusto.

Una casa ben progettata e studiata nei minimi dettagli ti permette di vivere bene, risparmiando e godendo dei massimi comfort.

Per questo oggi le abitazioni moderne e di nuova costruzione vanno a rispondere a diverse soluzioni innovative utili ad eliminare i ponti termici e ridurre i costi di gestione ed i consumi generali.

Se non hai una casa nuova non ti preoccupare: di certo puoi apportare significative modifiche anche nel tuo spazio domestico e godere di moltissimi vantaggi.

Vuoi scoprire come risparmiare attraverso l’isolamento termico? Vediamo come questo può essere possibile.

Risparmio e isolamento termico: come capire in che classe siamo

Se abiti in una casa datata, magari costruita tra gli anni Cinquanta e Novanta, e vuoi creare uno spazio domestico coibentato puoi farlo.

Oggi esistono diverse alternative e puoi realizzare questo tuo sogno anche usufruendo di alcune importanti agevolazioni fiscali.

Andiamo, però, con ordine.

Vediamo per prima cosa come puoi risparmiare attraverso l’isolamento termico.

Considera che una casa con qualche anno alle spalle non è quasi mai efficiente dal punto di vista termico.

Per capire la situazione puoi verificare tu stesso le caratteristiche energetiche della tua abitazione andando a leggere l’APE, ovvero l’attestato prestazione energetica della tua casa.

Si tratta di una carta d’identità dell’immobile che fornisce importanti informazioni tra cui la sua efficienza energetica.

Un valore che è indicato solitamente con una lettera che va dalla G per gli immobili più problematici a livello energetico all’A4 per indicare la soluzione più efficiente.

Si tratta di un documento che hanno tutte le abitazioni, redatto da un tecnico specializzato, da cui partire per iniziare a realizzare i miglioramenti.

Risparmiare attraverso l’isolamento termico: come fare

Per iniziare a risparmiare dal punto di vista energetico è fondamentale che la casa o la struttura in cui vivi sia isolata correttamente.

Stiamo parlando di coibentazione e questa tecnica, che diminuisce le dispersioni d’energia (con notevoli risparmi sui consumi domestici) può avvenire anche su immobili datati.

Come? Scegliendo di effettuare importanti lavori edili come la tecnica dell’insufflaggio o del cappotto termico che vanno a ridurre i consumi anche del 20/30% sulle case più vecchie.

Si tratta di interventi localizzati su tetto, pareti o solai con l’installazione di pannelli isolanti interni o esterni (per quanto riguarda il cappotto termico) oppure con l’introduzione di materiale isolante, come schiuma, all’interno delle intercapedini (tecnica dell’insufflaggio).

Ognuna di queste modalità ha i suoi vantaggi e la scelta può ricadere sull’una o l’altra opzione; tenendo conto di diverse variabili (metratura, lavorazioni interne o esterne,…) oltre ai costi e ai tempi di realizzazione.

A chi affidare i lavori di isolamento termico della tua abitazione

Considera che, prima di scegliere quale intervento applicare, devi far effettuare una valutazione tecnica dell’edificio.

Questo per fare in modo da capire cosa puoi realizzare per rendere la tua casa sempre più confortevole e per risparmiare al massimo.

Inoltre, se vuoi rendere la tua abitazione ancora più efficiente dal punto di vista energetico puoi optare anche per altri interventi come la sostituzione dell’impianto di riscaldamento, dei condizionatori e la modifica o il rimpiazzo degli infissi e delle finestre.

Considera anche che l’isolamento termico del pavimento è funzionale per chi possiede box, cantine o spazi non riscaldati: avere un pavimento sopra una cantina fredda può influire negativamente sui consumi.

Tutti lavori che possono essere effettuati usufruendo di importanti agevolazioni fiscali oltre che del Bonus 110% che permette di realizzare molte di queste migliorie e sostituzioni – anche insieme – ad un costo nullo.

Cerchi una ditta che si occupi dell’isolamento termico della tua abitazione a Roma? Contatta la nostra sede, un tecnico specializzato provvederà a fare un sopralluogo della struttura.