bonus 110%

Bonus 110% per l’insufflaggio: cosa devi sapere

Scopri tutte le notizie per approfittare del bonus 110% per l’insufflaggio.

Se hai deciso di coibentare casa e usufruire delle ultime agevolazioni fiscali devi prestare attenzione alle richieste e a tutti i limiti imposti per ottenerli.

La materia è particolarmente attuale e lo Stato, con queste agevolazioni, sta cercando di far effettuare il più possibile dei lavori performanti ai possessori di case o agli inquilini di condomini.

In entrambi i casi, infatti, è possibile avvalersi di bonus che permettono di risparmiare sui lavori finali e addirittura di azzerare le spese.

Ovviamente la materia non è semplice e sono stati fissati diversi paletti da rispettare. Vediamo di cosa si tratta.

Bonus 110% per l’insufflaggio: migliora l’efficienza termica di casa

Tra le tante agevolazioni presenti in materia fiscale per la coibentazione della casa di certo il Bonus 110% è uno dei più interessanti e richiesti.

Si tratta di un incentivo inserito nel decreto Rilancio che permette di usufruire un’agevolazione del 110% nel caso si apportino significativi miglioramenti all’immobile, migliorandone la classe energetica.

La classe energetica di un’abitazione è indicata tramite una lettera dell’alfabeto e un numero che vanno dalla classe A4 (la più performante) alla G (la più problematica).

Più è alta la classe energetica migliore è l’efficienza dell’immobile e il risparmio anche sui consumi e le bollette domestiche di gas ed energia elettrica.

Questo valore alfanumerico è contenuto all’interno di un documento, l’APE (attestato di prestazione energetica) che è sempre redatto da un tecnico specializzato.

Un documento importante che indica non solo la classe di appartenenza ma anche i miglioramenti che possono essere introdotti per salire in questa classificazione di 10 classi.

Considera che, grazie alle recenti tecnologie, è sempre possibile migliorare la classe energetica della propria casa con la sostituzione, per esempio, di infissi o impianti di riscaldamento o raffreddamento ma anche con opere più importanti di isolamento termico, come l’insufflaggio e il capotto termico.

Realizzare questi lavori, migliorando quindi la propria condizione (in questo caso almeno di 2 categorie) permette di accedere al Bonus 110% e risparmiare moltissimo sui lavori, addirittura evitandone il pagamento.

Bonus 110% come ottenerlo con l’insufflaggio

Abbiamo visto che il Bonus 110% può azzerare addirittura i costi se si dimostra che si è riusciti a migliorare la classe energetica.

Tra questi interventi troviamo l’insufflaggio intercarpedini, una tecnica che permette di coibentare la struttura grazie all’inserimento di materiale isolante all’interno delle intercapedini vuote dell’abitazione.

Ovviamente questo intervento – meno costoso rispetto al cappotto termico – è riservato solo a quegli edifici che hanno pareti dotate di intercapedine in cui viene introdotto materiale isolante di qualità per permettere alla casa di evitare dispersioni e, quindi, anche inutili consumi sul riscaldamento e il condizionatore.

Ovviamente, per usufruire del Bonus 110 occorre anche scegliere il giusto prodotto coibentante in grado di apportare significativi miglioramenti alla struttura.

La materia è molto varia ed esistono molte condizioni da rispettare, lo sappiamo, inoltre non puoi fidarti del preventivo che trovi solo perché costa poco.

Ricorda che i lavori devono essere realizzati con cura e ad opera d’arte ed ogni materiale isolante va scelto con accuratezza per evitare danni futuri.

Isolamento Termico Calvanelli, oltre 30 anni di esperienza

Considera anche che noi possiamo fornirti tutte le informazioni necessarie. Dopo un sopralluogo accurato, possiamo indicarti le strade migliori per raggiungere i tuoi obiettivi e rendere performante la tua abitazione.

Non ti preoccupare se abiti lontano dalla nostra sede: lavoriamo in tutta Italia!

Vuoi migliorare l’efficienza energetica della tua casa a Roma o del tuo appartamento e godere di tutti i vantaggi fiscali del Bonus 110%?

Allora contattaci per avere più informazioni: scrivi una mail a n.isolamentotermico@gmail.com oppure a nenocalva80@gmail.com.

Preferisci telefonare? Ecco il numero: 335 5338002

Bonus 110% per condomini, come ottenerlo

Cerchi informazioni utili per accedere al bonus 110% per condomini? Allora continua la lettura.

Grazie all’introduzione del Bonus 110%, o meglio del Superbonus 110%, oggi non solo chi possiede una casa ma anche chi amministra un condominio può avvicinarsi alla materia fiscale e suggerire agli inquilini di effettuare diversi lavori di riqualificazione energetica (oltre che di riduzione del rischio sismico).

Si tratta di un’agevolazione fiscale molto importante e che permette di eseguire alcuni lavori a prezzi molto vantaggiosi usufruendo di una detrazione in fase di dichiarazione dei redditi oppure di una cessione del credito o, ancora, di uno sconto in fattura.

Vediamo cos è e perché può esserti utile.

I lavori ammessi nei condomini

Ora che le agevolazioni fiscali sono presenti e permettono di usufruire di forti sconti per la coibentazione e la ristrutturazione è bene approfittarne.

Quando si gestisce un condominio – si sa – bisogna interfacciarsi con i condomini e, prima di iniziare ogni lavoro sull’immobile, occorre che la maggioranza degli inquilini sia concorde su ogni operazione.

In particolare, per quanto riguarda il Bonus 110% è richiesta una maggioranza assembleare bassa per dare il via ai lavori con il Superbonus.

Tra i diversi lavori ammessi e coperti dal credito d’imposta del 110% ritroviamo il cappotto termico, un lavoro che permette di migliorare l’isolamento termico dell’immobile e che deve essere realizzato per più del 25% della superficie o dell’unità immobiliare situata all’interno di edifici plurifamiliari.

Si tratta di un intervento che, nel lungo periodo, permetterà di ridurre la trasmittanza termica delle pareti e migliorare le prestazioni termiche generali in ottica di risparmio energetico e rispetto ambientale.

Rientrano, poi, all’interno della detrazione anche altri interventi che vengono realizzati anche sulle parti comuni degli edifici e che riguardano la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale già presenti con impianti di classe A (anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici).

Ad oggi la spesa per il lavoro di efficientamento energetico che viene deliberata va divisa tra tutti i condomini considerandone la proprietà millesimale.

Per quanto riguarda, invece, il cappotto termico visto che si eseguono lavori anche su parti comuni devono partecipare alla spesa tutti gli inquilini anche chi non vuole partecipare.

La scelta sulla modalità di pagamento, invece, rimane al singolo inquilino che può scegliere tra la detrazione fiscale, lo sconto in fattura oppure la cessione del credito.

Bonus 110% per condomini, le novità del 2021

Tra le ultime novità confermate e rilanciate dalla legge di Bilancio 2021 si trova anche una proroga delle agevolazioni fiscali dedicata ai condomini che proseguirà oltre la naturale scadenza fissata per il 30 giugno 2022.

In questo caso i condomini che hanno iniziato dei lavori – almeno il 60% – entro questa data, ma non li hanno conclusi, potranno concluderli entro il 31 dicembre del 2022 beneficiando delle agevolazioni fiscali.

L’unica pecca di questo incentivo fiscale è la burocrazia.

Per ottenere il bonus, infatti, serve un po’ di pazienza per cercare di capire non solo tutte le disposizioni e le scadenze ma anche per la corretta compilazione dei moduli e delle richieste.

Cerchi una ditta specializzata a cui affidare il lavoro di insufflaggio pareti? Contatta il nostro Team di specialisti.

Agevolazioni fiscali per l’isolamento termico

Agevolazioni fiscali per l’isolamento termico: ecco cosa devi sapere.

Rendere una casa confortevole, calda d’inverno e fresca d’estate, senza sprechi, è il sogno di tutti.

Stiamo parlando di isolamento termico e, oggi come oggi, esistono diverse soluzioni per ristrutturare case o condomini nel modo migliore e al giusto prezzo. Non solo.

Negli ultimi anni sono state approvate anche diverse agevolazioni fiscali che permettono di realizzare lavori consistenti con un notevolissimo risparmio.

Vediamo quali sono le novità più rilevanti e come possono essere richieste.

Agevolazioni fiscali per l’isolamento termico e la riqualificazione energetica

Prorogata anche per il 2021 l’agevolazione fiscale dell’Ecobonus Casa.

Si tratta di un pacchetto di detrazioni fiscali dedicate al risparmio energetico della legge di Bilancio 2021 che permette di ottenere una riqualificazione energetica di un immobile ad un prezzo notevolmente ridotto grazie ad una serie di importanti detrazioni fiscali che possono essere ottenute rispettando le diverse procedure.

Considera che, fino ad oggi, grazie al decreto legge n. 63/2013 si sono potute detrarre le spese per interventi di efficientamento energetico con aliquote dal 50% al 65% in base ai lavori effettuati.

Con l’Ecobonus, in particolare, si possono detrarre queste percentuali dall’Irpef o dall’Ires per interventi che riguardano, per esempio:

  • l’installazione di pannelli solari
  • la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale (di diverse tipologie)
  • la riduzione del fabbisogno energetico, soprattutto per il riscaldamento
  • la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con apparecchi ibridi

Questi sono solo alcuni degli interventi possibili che possono essere eseguiti sia su edifici o parti di edifici già esistenti.

Agevolazioni per i condomini

Anche chi vive in un condominio può usufruire di queste importanti detrazioni. Anzi, in questo caso le detrazioni sono ancora più alte: vanno dal 70 al 75%.

Oltre al lato economico, altri vantaggi di questi lavori sono tangibili nell’immediato.

Non solo si migliora il benessere termico (evitando inutili sprechi per il riscaldamento o raffreddamento della casa o dell’appartamento) ma anche la classificazione dell’immobile va a cambiare.

Si va incontro ad un notevole miglioramento e, salendo nella scala energetica, nel tempo si aumenterà anche il valore dello stesso immobile.

I lavori compresi all’interno delle detrazioni, però, sono davvero numerosi e la richiesta per ottenere questi sconti non è immediata ma servono diversi e ben precisi passaggi.

Per questo è meglio rivolgersi ad un esperto per capire quali interventi apportare e come realizzarli in base all’unità immobiliare che si sceglie di isolare termicamente.

Superbonus 110%: un’agevolazioni fiscale da considerare

Con il decreto Rilancio del 2020, poi, arriva anche il Superbonus 110%.

Si tratta di una misura importantissima e che è divisa in due parti: le spese dedicate agli interventi di efficientamento energetico (Super Ecobonus) e le spese dedicate ai lavori antisismici (Super Sismabonus).

In questo caso il bonus si applica su tutti gli interventi realizzati dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2022 e permette di riqualificare l’immobile, sia casa che appartamento, praticamente senza costi.

Chi vuole usufruire degli incentivi, infatti, può chiedere di cedere l’imposta di credito o di utilizzare lo sconto in fattura per lavori che vanno a migliorare l’efficienza del proprio edificio.

Tra questi lavori, per esempio, rientrano il cappotto termico o l’insufflaggio per coibentare la casa

Ovviamente, anche in questo caso, occorre rispettare diverse condizioni e ottenere un miglioramento di due classi energetiche dimostrato tramite un apposito documento redatto da figure specializzate che attestano l’avvenuto passaggio grazie ai lavori edili.

Essendo una materia molto tecnica, con diverse particolarità, è sempre meglio farsi consigliare e seguire da un esperto per capire quali lavori si possono effettivamente realizzare nel proprio appartamento o nella propria casa e come usufruire di tutte le agevolazioni fiscali nel modo corretto.

Isolamento termico con agevolazioni fiscali? Contattaci per avere più informazioni!

Scrivi una mail a n.isolamentotermico@gmail.com oppure a nenocalva80@gmail.com.

Preferisci telefonare? Ecco il numero: 335 5338002

Isolamento termico Bonus 110%: quali lavori rientrano?

Ti stai chiedento quali lavori rientrano per l’isolamento termico nel bonus 110%? Ecco tutte le risposte.

Le agevolazioni fiscali per chi vuole realizzare lavori di isolamento termico all’interno della propria abitazione o in un appartamento non mancano, anzi.

Negli ultimi anni, grazie al decreto Sostegni, si può contare su un ventaglio di risorse che permettono di annullare del tutto i costi dei lavori.

Ovviamente gli sconti più importanti vengono applicati solo se vengono realizzati diversi lavori in combinazione con altri e se si raggiungono determinati parametri finali, dimostrando di aver apportato miglioramenti consistenti sulla classe energetica dell’abitazione.

Vediamo di cosa stiamo parlando e quali lavori rientrano nel Bonus 110% (Ecobonus).

Isolamento termico bonus 110%: risparmia con il cappotto

Tra i lavori che molti vogliono realizzare usufruendo delle agevolazioni fiscali, c’è di certo il cappotto termico.

Si tratta di un intervento che permette di isolare termicamente l’abitazione grazie all’applicazione di pannelli isolanti realizzati con materiali di alta qualità.

Questo sistema, infatti, ti consente di mantenere temperature interne alte durante la stagione invernale e fresche durante l’estate, impedendo che il calore si disperda nell’ambiente.

Capisci che questo costituisce anche un buon risparmio sulle bollette in generale.

Inoltre che se decidi di dotare la tua casa di un cappotto termico ne migliorerai non solo le prestazioni ma anche il suo valore immobiliare.

Tornando agli incentivi, considera che il prezzo di questa realizzazione scenderà moltissimo (è praticamente pari allo zero) se decidi di avvalerti del Bonus 110% e se scegli di cedere il credito all’impresa (o a un intermediario finanziario).

Per raggiungere il 110% occorre coibentare almeno il 25% delle superfici opache verticali e orizzontali dell’involucro lordo dell’abitazione (un calcolo che solo un professionista può farti con esattezza dopo un sopralluogo ).

L’importante da considerare è il fatto che questo intervento deve permetterti di migliorare l’APE, ovvero la certificazione energetica della casa, di almeno due classi energetiche.

Se hai un appartamento ed abiti all’interno di un condominio e vorresti effettuare il cappotto ricorda che l’intervento dovrà riguardare tutto il palazzo e quindi occorrerà ottenere il permesso per il via libera dei lavori anche dai vicini.

Isolamento termico per la casa: l’insufflaggio

Non solo cappotto.

Tra gli interventi di coibentazione di una casa si può considerare anche la tecnica dell’insufflaggio pareti che consiste nel riempire le parti vuote delle intercapedini con materiale altamente isolante rendendo così la casa fresca d’estate e calda in inverno (con importanti risparmi anche sulla bolletta).

Il concetto finale è quasi identico a quello del cappotto termico, con qualche piccola differenza sui costi e la realizzazione.

Considera che, rispetto al cappotto, è una tecnica più economica e anche più veloce da realizzare (nella maggior parte dei casi basta solo una giornata di lavoro ben pianificata).

Questa può essere un’opzione interessante anche per chi abita in appartamento visto che si può effettuare anche senza il consenso dei vicini.

Ti stai chiedendo se rientra all’interno delle agevolazioni fiscali? Sì, ma – per godere di tutta la detrazione fiscale possibile, ovvero del 110% – occorre verificare che questo lavoro sia davvero un intervento trainante.

Una definizione, questa, che è specificata all’interno del decreto e che va a stabilire – semplificando molto – quali interventi possono essere eseguiti da soli e godere sin da subito del bonus 110% e quali altri vanno “accompagnati” da altri interventi per godere della detrazione del 110%.

Può accadere, infatti, che non tutti gli immobili abbiano le caratteristiche necessarie per godere a pieno del Bonus 110%.

Pper questo, se vuoi capire immediatamente quale incentivo potrai utilizzare per realizzare questo intervento, puoi rivolgerti ad un esperto.

Isolamento termico Calvanelli: scegli il partner giusto

Anche noi, dopo un sopralluogo, siamo in grado di calcolarti subito la spesa e consigliarti sul lavoro più adatto alla tua abitazione.

Ti diremo se il lavoro rientra nelle agevolazioni fiscali e di quali bonus potrai usufruire.

Concordiamo con te sul fatto che il Bonus 110% è una tra le più importanti detrazioni di questo momento, ma esistono altre agevolazioni per l’isolamento termico che ti permettono di eseguire i lavori a prezzi molto vantaggiosi.

Sei interessato ad un lavoro di insufflaggio intercarpedini a Roma? Allora contattaci subito