insufflaggio

Il miglior materiale per l’insufflaggio

Ti stai chiedendo quale sia il miglior materiale per l’insufflaggio? Ecco le risposte che cercavi.

Hai fatto tanti preventivi diversi per l’insufflaggio e da molte ditte differenti che ti hanno consigliato prodotti isolanti di diverso tipo e ora non sai quale scegliere?

Se stai cercando su Internet qual’è il miglior materiale per l’insufflaggio e quali caratteristiche deve avere un buon prodotto isolante da utilizzare per questa tecnica leggi questo articolo fino in fondo.

Ti spiegheremo cos’è l’insufflaggio, quali materiali vengono impiegati solitamente con successo e ti diremo qual’è il miglior materiale per l’insufflaggio secondo noi, che ci occupiamo di questa tecnica da oltre 40 anni e siamo tra i primi ad averla portata nel nostro Paese.

Insufflaggio, una tecnica dai mille vantaggi

L’insufflaggio è una tecnica che viene consigliata con successo in tutti quei casi in cui siamo di fronte ad immobili datati (parliamo di realizzazioni tra gli anni Cinquanta e Sessanta) e che presentano lacune in fatto di efficienza energetica.

Considera che oggi le case moderne sono costruite per essere il più possibile rispettose dell’ambiente e progettate per limitare i consumi.

Se però hai acquistato un immobile costruito intorno agli anni del Boom economico allora può darsi che questo sia stato realizzato con muri non isolanti.

Con l’insufflaggio, quindi, andiamo a migliorare le prestazioni energetiche della casa e andiamo a riempire le intercapedini vuote di materiale isolante.

Il fine è quello di coibentare l’intercapedine e di ridurre i costi di riscaldamento e raffreddamento.

Capisci infatti che una casa non dotata di una coibentazione efficiente sarà fredda in inverno e calda d’estate; e l’effetto sarà quello di accendere sempre condizionatori o riscaldamento per avere una casa sempre fresca o calda.

Al fine di evitare questi consumi – che agiscono negativamente sia sul tuo portafoglio che sull’ambiente – l’insufflaggio può essere un’ottima soluzione.

Il materiale inserito nelle intercapedini, infatti, è isolante e permette di ridurre in maniera importante questi aspetti negativi.

Miglior materiale per l’insufflaggio

Ti abbiamo spiegato in cosa consiste la tecnica dell’insufflaggio: ma qual’è il miglior materiale per l’insufflaggio che viene utilizzato all’interno delle intercapedini?

Quale è considerato il migliore?

A nostro avviso, che ci occupiamo di questa tecnica da oltre 40 anni, la schiuma è il materiale migliore per raggiungere ottimi risultati.

Non stiamo parlando di una schiuma qualsiasi ma un materiale isolante che è ecologico e allo stesso tempo all’avanguardia, al fine di garantire le massime prestazioni.

Per le nostre lavorazioni ci avvaliamo soprattutto di schiuma ISOFOR, un prodotto termoisolante e fonoassorbente formulato e studiato per il riempimento di spazi come le intercapedini murarie.

Il composto si differenzia nettamente da similari resine ureiche per espansi per la sua quasi nulla presenza di formaldeide e garantisce lo smaltimento della condensa che può formarsi all’interno della parete, impedendone la comparsa sulla superficie interna.

Traspirante e facile da posare, è l’ideale per rendere i muri asciutti ma anche come repellente agli insetti e microrganismi.

Inoltre, non si abbassa nel tempo, non è infiammabile, è atossico e non rilascia odori e soprattutto isola meglio degli altri materiali da riempimento.

Un altro ottimo materiale è l’Isover Insulsafe33.

Totalmente ecologico e all’avanguardia, è composto da lana di vetro in fiocchi, di colore bianco a base di vetro riciclato.

Senza resina, questo isolante è prodotto in Italia ed è perfetto per l’isolamento termico e acustico.

Inoltre, non assorbe l’umidità, non si altera nel tempo è incombustibile e realizzato con prodotti riciclati al 100%.

Ora spero che hai le idee più chiare su quale sia il miglior materiale per l’insufflaggio in modo da avere abbastanza informazioni per scegliere questa tecnica di isolamento termico.

Vuoi sapere quale materiale scegliere per insufflaggio?

Se vuoi saperne di più e chiederci un consiglio in merito all’insufflaggio intercarpedini puoi scrivere una mail a n.isolamentotermico@gmail.com oppure a nenocalva80@gmail.com.

Preferisci telefonare? Ecco il numero: 335 5338002

Insufflaggio con poliuretano espanso e altri materiali

Hai deciso: devi coibentare casa, una buona soluzione può essere l’insufflaggio con poliuretano espanso. Scopri il perché.

Hai riscontrato nel tempo consumi di energia elettrica e gas troppo alti dovuti al riscaldamento sempre attaccato in inverno e ai condizionatori d’estate.

Questo dovuto al fatto che la tua casa da tempo non riesce ad essere efficiente dal punto di vista energetico e per cui d’estate è davvero troppo calda e in inverno, al contrario, molto fredda.

Sei al corrente delle detrazioni fiscale con Ecobonus?

Se hai scoperto le diverse tecniche che puoi avere a disposizione per realizzare al meglio questo intervento e hai optato per l’insufflaggio allora devi considerare bene i materiali e la professionalità di chi eseguirà l’intervento del cappotto termico.

Scegliere un materiale errato, magari infiammabile o poco duraturo o, ancora, che non riesce ad arrivare in tutti gli angoli da coibentare per risparmiare sul prezzo finale ti farà rimpiangere la tua scelta.

Vediamo, invece, perché devi prestare attenzione ad ogni dettaglio.

Insufflaggio con poliuretano espanso e altri materiali: presta attenzione alla scelta

La tecnica dell’insufflaggio prevede l’inserimento di diversi materiali isolanti all’interno dei muri che sono dotati di intercapedini e può essere effettuato su solai, soffitti, pareti.

Esistono davvero molte possibilità e materiali differenti ed ogni azienda ti proporrà i suoi preferiti.

Dalla schiuma alla resina, dalla lana di vetro fino al poliuretano espanso ricordati che devi considerare tutti i pro e i contro del materiale.

A partire dalla facilità di stesura su tetti, solai e pareti, per esempio, fino alla sua conducibilità tecnica (per farti un esempio la conducibilità del poliuretano espanso è solitamente compresa tra i 0,026 e 0,031 W/mK).

Importante poi è capire la durata del materiale e la sua resistenza non solo al tempo ma anche agli agenti chimici e biologici che possono modificare alcune sue prestazioni.

Da verificare anche se il prodotto rispetta l’ambiente e se non è infiammabile in caso di incendio.

Tutte informazioni, insomma, che sono importantissime per garantirti una casa confortevole e quanto più avanzata possibile dal punto di vista dell’efficienza energetica.

Per essere sicuro di comprendere tutti i dettagli puoi leggere le varie schede tecniche dei prodotti; ma soprattutto farti consigliare da dei professionisti specializzati in questa tecnica di cui ti puoi fidare ciecamente.

I nostri materiali per la coibentazione con insufflaggio

Noi abbiamo deciso da tempo di utilizzare esclusivamente i migliori materiali presenti sul mercato.

Considera che operiamo da oltre quarant’anni nel settore e siamo stati tra i primi ad portare nel nostro Paese la tecnica dell’insufflaggio, realizzando le nostre lavorazioni in tutta Italia.

Operiamo utilizzando esclusivamente materiali certificati come la resina ureica Isofor, la lana di vetro Isover, l’ecocellulosa, il sughero e la lana di vetro Isover-Saint-Gobain.

In particolare, la resina ureica Isofor è un isolante termo-acustico in polvere studiato per la realizzazione di schiume termoisolanti capace di garantire risultati eccellenti in ogni spazio.

Allo stesso tempo può migliorare il benessere dell’ambiente grazie alla sua atossicità, non infiammabilità e alla sua funzione repellente a insetti e microrganismi.

L’ecocellulosa, invece, è un materiale ad alta efficienza termica ed isolante che permette di eliminare le dispersioni termiche tipiche degli edifici meno recenti grazie alla tecnica dell’insufflaggio.

Il sughero, completamente ecologico e naturale, è ideale per coibentare ambienti umidi e freddi o eccessivamente caldi; mentre la lana di vetro Isover-Saint-Gobain è un materiale eco-sostenibile pensato per coniugare rispetto per l’ambiente, comfort ed alte prestazioni.

Perfetto per l’isolamento termico ed acustico di ogni elemento esterno come cappotti, facciate ventilate, coperture a falde e piane.

Desideri un servizio di insufflaggio?

Contattaci per saperne di più, compila il modulo alla pagina contatti oppure a nenocalva80@gmail.com se desideri un isolamento termico.

Preferisci telefonare? Ecco il numero: 335 53 38 002

Insufflaggio pareti: vantaggi e costi

Quando parliamo di case, efficienza termica ed energetica non si può non parlare anche di insufflaggio pareti e intercapedini.

In cosa consiste? L’insufflaggio termico è una pratica edilizia utilizzata soprattutto per edifici e case che sono stati realizzati tra gli anni Sessanta e fino agli anni Novanta e che consente loro di ritrovare nuova vita grazie al riempimento delle intercapedini tra i muri.

Una volta, infatti, era comune utilizzare muri a cassa vuota per sfruttare l’aria come elemento di coibentazione termica.

Oggi come oggi, però, con materiali sempre più moderni e studi sempre più dettagliati si è dimostrato che questo gioco con l’aria vale solo per le intercapedini di vecchie abitazioni che hanno spessore inferiore ai 3 cm.

Ecco perché, per rendere le case migliori sotto ogni punto di vista – e soprattutto a livello di efficienza energetica, oggi si guarda con ottimismo anche alla tecnica di insufflaggio pareti, quando il cappotto non può essere realizzato o come alternativa efficace.

Un grande risparmio energetico immediato, con un intervento rapido e non invasivo, grazie all’innovativo isolante termoacustico ISOFOR, isoliamo le intercapedini della tua casa in un solo giorno lavorativo, in modo veloce ed efficace.

Casa tua potrà quindi rimanere calda d’inverno e fresca d’estate! L’elevata efficienza energetica ottenuta ti consentirà di risparmiare sul costo del riscaldamento e della climatizzazione di casa tua, con un considerevole aumento del suo valore

Vediamo meglio di cosa stiamo parlando prima di prendere ogni decisione.

Insufflaggio pareti: una tecnica da considerare

Se la tua casa non è di recente costruzione ma vuoi migliorarla dal punto di vista energetico, salendo di classe con tutti i benefici che ne derivano, l’insufflaggio pareti è una tecnica che devi considerare. In che cosa consiste?

Nel riempire con del materiale isolante ad alta efficienza termica il vuoto dell’intercapedine della tua abitazione (ovvero quello spazio libero che si trova tra il muro esterno e la tamponatura interna) al fine di creare una protezione termica sicura, stabile e assolutamente traspirante.

Una tecnica da considerare se la tua casa è un po’ datata ma non vuoi rinunciare al risparmio energetico ecobonus e vuoi rispettare l’ambiente.

I vantaggi, oltre a quelli già citati in precedenza, sono davvero tanti e ti permettono di raggiungere alti standard di coibentazione a bassi consumi energetici in modo veloce, pratico e riducendo i costi.

Anche in questo caso, proprio come per il cappotto termico, potrai realizzare l’insufflaggio intercapedini sia dall’interno che dall’esterno, in base alle caratteristiche della tua abitazione, considerando che occorrerà dipingere di nuovo le pareti.

Insufflaggio intercapedini: veloce e sicuro

Ti starai già chiedendo quali sono i costi di questo intervento, ma soprattutto quanto tempo servirà per realizzarlo e se, in questo periodo, dovrai trasferirti (magari con tutta la famiglia) da qualche parte.

Ti farà piacere sapere che l’insufflaggio a cappotto in realtà è un intervento veloce.

Pensa che il nostro team qualificato, in condizioni ottimali, è in grado di effettuare un intervento di isolamento termico in un solo giorno lavorativo.

Troppo poco? No, assolutamente. Il lavoro è eseguito a regola d’arte in un solo giorno e ciò è possibile grazie alla nostra esperienza sul campo.

Vedrai che, a lavoro completato, troverai tutto in ordine, senza polveri, e avrai una casa più ecologica in cui vivere: fresca d’estate e calda in inverno!

Noterai presto anche un buon risparmio sulla tua bolletta.

Cerchi un’azienda specializzata nell’insufflaggio su Roma?

Questa è una soluzione che può essere effettuata anche all’interno di un singolo appartamento senza bisogno di ottenere permessi particolari.

Dovrai solo scegliere il materiale isolante migliore per la tua casa, in base alle caratteristiche del tuo spazio e delle tue esigenze ed obiettivi finali.

Ovviamente ogni abitazione è un unicum e puoi rivolgerti ai nostri esperti per capire la se anche tu puoi effettuare un lavoro di insufflaggio dei muri.

Contattaci per un preventivo gratuito al 335 5338002 oppure compila il modulo contatti, un nostro tecnico risponderà a tutte le tue domande nel minor tempo possibile.